Blog

This is the category description for this category. You can change it here: Post > Categories. This is an excellent way to attract your users and explain what this category is all about and also explain what they can do in this category and how does it matter to them.

Dopo 5 anni i Pearl Jam tornano a suonare a Seattle

Fonte articolo e foto – rockol.it – redazione.

I Pearl Jam sono in tour praticamente tutti gli anni, da qualche tempo a questa parte. Ma, incredibilmente, non suonano nella loro città da ben 5 anni. Finalmente ci torneranno quest’estate: la band ha annunciato quelli che chiama “The Home Shows”: due concerti allo stadio di baseball Safeco Field l’8 e 10 agosto.

Secondo la band saranno “i concerti più grossi a Seattle dalla doppia esibizione dei Rolling Stones nel 1981”. La band ha annche annunciato che devolverà almeno 1 milioe di dollari dell’incasso ad associazioni locali che aiutano i senzatetto.

La band, che ha un tour europeo in programma per giugno e luglio (con tre date in Italia:  il 22 giugno 2018 agli I-DAYS di Milano, il 24 a Padova allo Stadio Euganeo e il 26 a Roma allo Stadio Olimpico) dovrebbe anche tenere un tour americano durante l’estate in stadi del baseball, tra cui il Wrigley Field di Chicago dove nel 2016 è stato registrato il film “Let’s play two”.

Ecco il video di presentazione delle date di Seattle:

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/FcnoxhqHVJqLaI1q5IsPg4HvtFY=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fdownloads-pearljam-com.s3.amazonaws.com%2Fimg%2Fustour2018-hero%2F1516232401ee7c4465b45465651e266fcca3fa4853.jpg

Read More

Drake ha pubblicato due singoli a sorpresa

Fonte e articolo – rollingstone.it- redazione.

‘God’s Plan’ e ‘Diplomatic Immunity’ sono usciti all’improvviso dopo un post su Instagram e fanno parte del nuovo progetto ‘Scary Hours’.

Ci sono due nuovi singoli di Drake, pubblicati da un momento all’altro dopo un post su Instagram. Si tratta di God’s Plan e Diplomatic Immunity, due estratti dal nuovo progetto Scary Hours. La sua ultima uscita, Signs, risale a giugno 2017.

God’s Plan è prodotta da Yung Exclusive, Boi-1da, Cardo, e racconta l’ascesa di Drake e degli auguri di “fallire” dei suoi hater. “God’s plan / I can’t do this on my own / Someone watching this shit close”.

Diplomatic Immunity, invece, racconta dello stile di vita di una star mondiale (e di tutti i lati negativi). “Violating the treaty of Versailles / ‘Champagne’ is the alias but no cease and desist in I / I refuse to comply with regulations / Listen to heavy metal for meditation / No silence”. Potete ascoltarli grazie ai player inseriti nell’articolo.

Read More


I nuovi Matia Bazar tra passato e futuro

Fonte articolo e foto – ansa.it – redazione.

Fabio Perversi fa ripartire avventura storica band con tre donne

Piero Cassano e Giancarlo Golzi (scomparso improvvisamente nel 2015), tra gli storici fondatori dei Matia Bazar nel 1975 a Genova, già da tempo avevano indicato lui, il più giovane, come il giusto erede per portare avanti il nome e la storia della band. Ora, Fabio Perversi, il tastierista entrato nel gruppo nel 1998, ricevuto il benestare di Cassano e la benedizione della vedova Golzi, è diventato anima e motore dei Matia Bazar, dei nuovi Matia Bazar: ha portato linfa nuova e ha fatto ripartire, tra oneri e onori, un’avventura che dura da 43 anni. Con una formazione inedita, a trazione femminile, che vede l’entrata della giovane cantante Luna Dragonieri, di Paola Zadra al basso, di Fiamma Cardani alla batteria e di Piero Marras alla chitarra. “Ho provato a riunire il vecchio gruppo – ha raccontato un’entusiasta Perversi, durante lo showcase a Milano che ha celebrato il ritorno della band -: ho sentito Carlo Marrale e Antonella Ruggiero, ma ormai hanno intrapreso percorsi diversi e, sebbene mi abbiano sostenuto, hanno preferito rimanere fuori. Anche Silvia Mezzanotte non ha creduto al progetto. Per Piero, invece, era arrivato il momento di dedicare più tempo alla famiglia. Ha deciso di scendere dal palco. La scelta di donne musiciste, invece, è stata dettata dalla volontà di non offuscare il ricordo di Golzi e di Aldo Stellita (il bassista morto nel 1998)”. I nuovi Matia Bazar – che vogliono evitare l’effetto cover band – ripartono decisi, guardando al futuro, ma senza dimenticare quale sia stato il punto di partenza. “Il filo conduttore sarà il grande repertorio e l’approccio melodico e armonico che appartiene da sempre ai Matia, vestito però con abiti degli anni Duemila”, ha aggiunto Perversi, che nella scelta di un quintetto ha voluto omaggiare gli inizi del gruppo. “Abbiamo rispolverato brani lasciati un po’ nel cassetto, cercando di riscoprire gli album a cavallo tra gli anni Ottanta e i Novanta, ma non mancherà una produzione nuova”. Il primo passo dei Matia Bazar del 2018 è il brano dal titolo “Verso il punto più alto” (pubblicato dall’etichetta svizzera Farn Music di Cosimo Vindice), già in radio, che anticipa il nuovo progetto discografico previsto per l’estate “che sarà composto per metà circa da brani di repertorio riarrangiati e per metà da inediti. Avevamo provato anche a presentarci al Festival di Sanremo, ma evidentemente non siamo piaciuti. Noi però non demordiamo e continueremo a farlo”. Difficile il compito che attende la 27enne Luna Dragonieri: chi l’ha preceduta (Antonella Ruggiero, Laura Valente, Silvia Mezzanotte, Roberta Faccani) ha lasciato un segno indelebile. Come molti della sua età, ha tentato la strada dei talent, prima di essere scelta tre anni fa da Cassano e Perversi durante un concorso in Puglia. “A sei anni ho capito che volevo fare la cantante. Oggi credo di essere il sunto di varie generazioni di interpreti e di vari stili. La storia dei Matia Bazar? Mi affascina. Le cantanti cui mi sento più vicina vocalmente sono Laura e Antonella. Roberta è quella più lontana da me”. Ad attendere il gruppo nei prossimi mesi ci sono date all’estero in Cile, Canada, Giappone: “il nostro futuro – ha spiegato Perversi – è live

Read More

Liberato, “Me staje appennen’ amò” è il nuovo video

Fonte articolo e foto – rollingstone.it – redazione.

È uscito il nuovo singolo di Liberato, Me staje appennen’ amò. A differenza delle scorse produzioni, la traccia è definitivamente orientata al clubbing.

I temi, come sempre, sono legati all’amore che finisce. La domanda, ossessiva, nel testo, significa, “Perché mi stai lasciando?”.

Il quarto singolo del progetto napoletano è un pezzo decisamente più club, già presentato dal vivo al Club to Club di Torino

Nel video, che si apre con la confessione di Rosa Rubino, attivista transessuale, si racconta la storia di amore tra due ragazzi. Si vedono alcuni scorsi dello stadio San Paolo e si passa poi alla vita notturna. Nei credits si ringraziano il comitato Arcigay Antinoo di Napoli e l’Arcigay Vesuvio Rainbow di Torre Annunziata

Read More


Patti Smith, un’unica data italiana a Roma

Fonte articolo e foto – rollingstone.it – redazione.

La sacerdotessa del rock ha annunciato un concerto speciale per i 15 anni di attività dell’Auditorium Parco della Musica.

Il 2017 è stato un anno ricco di impegni per Patti Smith: dalla laurea ad honorem in Lettere classiche e moderne fino alla sua personale mostra fotografica – Higher Learningqui il nostro reportage -, la sacerdotessa ha un rapporto speciale con l’Italia, e l’ultimo tour e la serie di reading lo dimostrano.

Ma non finisce qui, perché Patti Smith tornerà a suonare a Roma per un’unica data – la prossima estate, il 10 giugno -, in occasione della quindicesima stagione estiva dell’Auditorium Parco della Musica. Insieme a lei la band composta da Lenny Kaye, Tony Shanahan, Jay Dee Daugherty ed il figlio Jackson Smith. I biglietti saranno in vendita a partire dalle ore 11 di martedì 23 gennaio. Tutte le info qui e sul sito ufficiale di TicketOne.

Read More

Robrt Plant e Jimmy Page, ancora insieme?

Fonte articolo e foto –  rockol.it – redazione.

Il 2018 è un anno importante per i Led Zeppelin: è quello che segna il cinquantesimo anniversario dalla nascita della band di “Whole lotta love”. È dunque lecito chiedersi se ci sarà modo di rivedere di nuovo sullo stesso palco Robert Plant e Jimmy Page, che si esibirono insieme per l’ultima volta nel 2007, alla O2 di Londra.
Uno speaker lo ha chiesto direttamente a Robert Plant, durante un’intervista trasmessa da 91.9 WFPK, un’emittente radiofonica del Kentucky, ma Plant ha risposto di non averne idea. “I fan hanno nel cuore la band”, gli ha fatto notare lo speaker. E il cantante ha risposto:

“Anche io [ho la band nel cuore]. Nessuno più di me. Ma non voglio fare un torto a nessuno”.

“Non puoi mai tornare indietro. Devo continuare ad andare avanti”, aveva risposto Robert Plant lo scorso ottobre, in un’altra intervista, ad una domanda su un’eventuale reunion dei Led Zeppelin.

Read More


I New Order dal vivo in Italia

fonte articolo e foto – rollingstone.it – redazione.

La band porterà sul palco di Officine Grandi Riparazioni uno show creato in collaborazione con il visual artist Liam Gillick.

New Order arrivano in Italia con un concerto speciale pensato insieme al visual artist Liam Gillick. Tutto nasce grazie alla collaborazione tra Manchester International Festival, Officine Grandi Riparazioni e Wiener Festwochen, che hanno organizzato l’evento che si terrà il 5 maggio.

Liam Gillick ha esposto al MoMa di New York e alla Tate Britain, e ha curato la mostra inaugurale di OGR Like a moth to a flame. Per l’occasione la band di Manchester ha decostruito tutto il suo repertorio: sul palco insieme a loro, infatti, ci sarà un ensemble di 12 sintetizzatori.

Read More

Kylie Minogue: il nuovo singolo ‘Dancing’

fonte articolo e foto – rockol.it – redazione.

E’ stato reso disponibile in Rete oggi, venerdì 19 gennaio, “Dancing”, il nuovo singolo di Kylie Minogue che anticipa l’album di inediti “Golden”, il cui debutto sul mercato è atteso entro la prossima primavera.

L’incedere ritmico e l’arrangiamento avvicinano il brano, come effettivamente lasciato intuire dal teaser pubblicato il 16 gennaio scorso, alle atmosfere country pop contemporanee che hanno mietuto – e continuano a mietere – grande successo sul mercato nordamericano.

“Golden”, quattordicesima prova sulla lunga distanza della popstar australiana, arriva a quattro anni dall’ultimo album di inediti della Minogue, “Kiss Me Once”, che fu seguito – nel 2015 – dall’album natalizio “Kylie Christmas”, ripubblicato l’anno successivo in edizione espansa (con duetti con, tra gli altri, Mika e Iggy Pop).

Read More