Il ritorno dei My Bloody Valentine con “Soon”

 

fonte articolo e foto – melodicamente.com – stefano pellone.

I pioneri del genere shoegaze My Bloody Valentine hanno confermato in una recente intervista di avere intenzione di pubblicare un nuovo disco il prossimo anno.
Le voci di un possibile seguito del disco “m b v” del 2013 circolavano con insistenza dopo che un programma di un festival aveva asserito che la band era tornata in studio e che il frontman Kevin Shields si era fatto vedere al Norður og Niður, il festival musicale islandese che i Sigur Rós terranno alla fine di dicembre. Il batterista Colm Ó Cíosóig si era poi mosso per confermare le voci.
Ora Shields ha di nuovo confermato queste voci in una intervista a Pitchfork: “Oh, al cento per cento pubblicheremo un nuovo disco il prossimo anno. Al cento per cento. Tecnicamente, la cosa era nata come un EP e volevamocreare un mini-album, ma quando ci siamo accorti che durava all’incirca quaranta minuti abbiamo deciso di farlo diventare un album vero e proprio, ma non so quante tracce conterrà. Forse sette o otto, a seconda di quante riusciremo a farcene stare.”
I fans sono anche molto eccitati dalla notizia che la band sta pianificando un tour la prossima estate a supporto del nuovo disco: “Torneremo a suonare di nuovo dal vivo, e questo è sempre un ottimo modo per garantire che faremo un nuovo disco.“
Shields ritorna sulla polemica che vuole i My Bloody Valentine come una delle band più rumorose dal vivo: “Noi siamo una delle band che suonano più forte dal vivo? Ma per piacere. Sono stato l’anno scorso in due concerti molto costosi e sono rimasto sconvolto dalla scadente qualità del suono e da queste strutture che castrano la cultura musicale e rubano solo soldi. Il limite dei decibel sugli amplificatori è una cosa molto triste. Quando suoni si suppone che tu senta la batteria e il basso che ti grattano la ossa e che la musica ti riempia la testa portandoti in un posto fantastico. Oggi non è più così.“

Leave a Comment

Rate this by clicking a star below: